Riassunto Diritto Penale Fiore

Riassunto del manuale ” Diritto Penale ” di C. Fiore

ultima edizione

seguono alcune pagine dimostrative del riassunto diritto penale fiore

Il diritto penale è costituito dall’insieme delle norme dell’ordinamento giuridico che prevedono e disciplinano l’applicazione di una sanzione criminale, come conseguenza di un determinato comportamento umano. Ciò che definisce la pertinenza di una norma giuridica all’ambito del diritto penale è il fatto che la norma concorra a stabilire un collegamento fra un comportamento umano e l’applicabilità di una sanzione criminale.

Il nucleo costitutivo del diritto penale è dato da quelle norme dell’ordinamento che minacciano l’applicazione di una pena (pena criminale) come conseguenza giuridica di determinati comportamenti umani.

Essa costituisce il principio di legalità che caratterizza la maggior parte degli ordinamenti e che, per quanto riguarda il nostro ordinamento, è enunciato nell’art. 1 c.p. (Nessuno può essere punito per un fatto che non sia preveduto come reato dalla legge, né con pene che non siano da essa stabilite).

L’ordinamento italiano prevede e disciplina la possibilità di applicare, come conseguenza di un reato, determinate misure di sicurezza, come mezzo per prevenire l’ulteriore commissione di reati da parte del soggetto…

FUNZIONE E CARATTERI DEL DIRITTO PENALE.

Il diritto penale come sistema di tutela dei beni giuridici.

Il mezzo di cui l’ordinamento dispone, per regolare e indirizzare la vita collettiva secondo determinati fini di politica sociale, è costituito dalla produzione di norme di condotta, la cui osservanza, quando occorre, viene perseguita in forma coattiva, cioè mediante l’uso della forza.

Le forme di coazione giuridica, possono risultare non adeguate allo scopo: o perché è impossibile ripristinare la situazione preesistente o perché la semplice prospettiva del suo ripristino coattivo non sortirebbe l’effetto di distogliere dall’inosservanza della norma. In casi del genere la sola via praticabile per ottenere l’effetto di scoraggiare la violazione della norma di condotta è costituita dal ricorso alla sanzione criminosa, il cui contenuto corrisponde, ad un intervento penetrante, nella sfera personale o economica del soggetto che ha trasgredito la norma. Oltre alla gravità delle sanzioni, ciò che caratterizza il diritto penale, è il fatto che esso prevede l’uso della forza, non in funzione della coercibilità di uno specifico obbligo giuridico, bensì come reazione dell’ordinamento alla realizzazione di determinati comportamenti.

Il ruolo del diritto penale è di scongiurare il verificarsi di comportamenti socialmente indesiderati. La funzione di controllo risposa sulla minaccia della sanzione. La minaccia della sanzione concorre a scoraggiare i consociati dal violare la norma di condotta. Le entità protette dal diritto penale sono designate dalla dottrina contemporanea con il nome di beni giuridici.

L’intervento del diritto penale deve configurarsi come necessario per la salvaguardia dei beni giuridici tutelati. Il ricorso alla minaccia penale (necessario) in quanto costituisce l’unico mezzo adeguato al raggiungimento di determinati compiti di tutela sociale. Si attribuisce al diritto penale il carattere di sussidiarietà.

La tutela apprestata dal diritto penale per la salvaguardia dei beni giuridici ha un carattere frammentario. Il diritto penale nel provvedere alla protezione di determinate sfere di interessi, ritaglia, tra le infinite possibili forme di aggressione, solo alcune fra le più significative e caratterizzate. Diritto penale e norme morali. Il diritto penale è il settore dell’ordinamento giuridico in cui è più visibile la connessione di precetti e regole di funzionamento con i principi morali ai quali si ispira la vita della comunità. Il diritto penale, mediante la minaccia della pena, mira a disciplinare e indirizzare l’agire umano nella sfera sociale.

La separazione di principio tra sfera morale e giuridica è segnata dal fatto che anche il diritto penale, come ogni altra norma giuridica può dirigersi contro tangibili azioni esterne dell’uomo, e non contro meri atteggiamenti interiori della volontà. La reazione penalistica segue in presenza di aggressioni allarmanti alle condizioni di esistenza e di sviluppo della vita collettiva: e quindi come risposta alla violazione delle regole elementari della convivenza. Gli ordinamenti contemporanei sono contrassegnati dal principio di colpevolezza (nulla poena sine culpa), che si traduce nella predeterminazione dei criteri in base ai quali è consentito attribuire a taluno, personalmente, la responsabilità per un fatto preveduto dalla legge come reato.

Queste sono solo alcune delle 124 pagine che compongono il riassunto Diritto Penale Fiore.

Se intendi acquistare (tramite Paypal o con bonifico ) il riassunto completo del manuale ” Diritto Penale ” di C. Fiore

Contattami compilando il seguente form di contatto

Alla seguente pagina di contatti

 

 

1 commento su “Riassunto Diritto Penale Fiore”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy